I giovani saranno i veri protagonisti del percorso verso un futuro sostenibile. Quali sono i giusti strumenti per affrontare questa sfida? 

Quali sono i fattori chiave che spingono le organizzazioni ad agire sulle sfide e sulle opportunità da affrontare nel percorso verso la sostenibilità?

Sono due dei temi al centro di “Green Leaders: Come la storia di decarbonizzazione di ERG e l’esperienza delle aziende leader possono guidare il percorso verso la neutralità”, l’evento organizzato in occasione della Youth COP 26 di Milano da ERG in cui un panel intersettoriale di esperti appartenenti a diversi settori condivideranno esperienze e consigli su come gestire con successo la transizione green, con particolare attenzione agli impegni ed ai percorsi delle aziende ed al loro contributo rispetto all’obiettivo prospettico della neutralità carbonica che l’Unione Europea con lo European Green Deal si è impegnata a raggiungere entro il 2050.

Partecipano Barbara Cominelli, CEO di JLL Italy, Emanuela Delucchi, Chief ESG, IR & Communication Officer ERG, Matteo Di Castelnuovo, Direttore Master in Sustainability and Energy Management (Masem), Edoardo Zanchini, Vicepresidente Legambiente, Giovan Battista Zorzoli, Presidente Associazione Italiana Economisti dell’Energia (AIEE).

L’apertura dei lavori sarà a cura di Luca Bragoli, Chief Regulatory & Public Affairs Officer che lascerà poi spazio allo speech introduttivo di Catriona Graham, Console Generale UK a Milano.

ERG

ERG è una realtà industriale da oltre 80 anni attiva nell’energia, con una “predisposizione genetica” all’anticipazione dei trend nei settori in cui opera. Nei suoi primi 70 ha operato nel settore oil, accompagnando il Paese nel suo sviluppo.

Il suo percorso di trasformazione radicale di business – da primario operatore petrolifero a leader nel settore delle rinnovabili – rappresenta un esempio concreto di cosa significhi essere in primo piano nella lotta al cambiamento climatico dimostrando con i fatti che la transizione ecologica dell’energia, oltreché assolutamente necessaria, è fattibile e profittevole. Una transizione, attuata in anticipo rispetto ai peers del settore e rispetto ai trend attuali. Come ultimo passo nel percorso di transizione ecologica, in questi mesi ERG ha avviato un processo di asset rotation per gli impianti Idro e Termoelettrico a sostegno di un’ulteriore accelerazione nella crescita ed evoluzione del proprio modello di Business “pure wind & solar”. Un altro passo fondamentale è quello di aver posto l’ESG al centro della propria strategia: un piano ESG basato su 13 obiettivi misurabili e ben definiti in tutti gli ambiti, tradotti in quattro pillar: “Planet”, “Governance”, “People”, riferito alle persone, ed “Engagement”, basato sul rafforzamento delle relazioni nei territori in cui operiamo.

Nell’ambito del pillar “Planet” sono indicati gli obiettivi legati alla lotta al cambiamento climatico, con un impegno a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2025 nelle emissioni dirette e indirette, e un impegno più a lungo termine per le emissioni legate alla catena di fornitura che monitoriamo costantemente attraverso il nostro sustainable procurement.

Il piano ESG è allineato a 12 dei 17 UN SDGs ed è per questo motivo che ERG si identifica e si racconta attraverso l’hashtag #SDGsContributors, perché pensiamo che sia fondamentale perseguire obiettivi di sviluppo sostenibili nel tempo.

Angelo Fallico

ESG, IR & Communication

Media Relations & Digital Channels

ERG SpA

Torre WTC Via De Marini 1 16149 Genova Italia

Tel + 39 010 2401293 – Fax +39 010 2401845

afallico@erg.eu