Un progetto innovativo, sostenibile e inclusivo, volto a prevedere la riduzione e l’ottimizzazione delle emissioni in ogni momento del ciclo di vita del prodotto, al fine di ridurre gli sprechi, esattamente come fa la natura, trasformando tutto ciò che crea. Questo il concetto alla base del Design Sistemico e del progetto RETRACEA Systemic Approach for Regions TRAnsitioning towards a Circular Economy, sviluppato dal Dipartimento di Architettura e Design-DAD del Politecnico di Torino, con il coordinamento della professoressa Silvia Barbero e finanziato dal Programma Interreg Europe.

La nuova fase di RETRACE (2021-22) rafforzerà la connessione tra quattro diverse regioni europee in Italia, Spagna, Francia e Romania. I partner del progetto avranno l’obiettivo di articolare precise politiche territoriali sull’Economia Circolare, un processo che, nel caso dell’Italia, richiederà il supporto della Regione Piemonte, partner del progetto, che collaborerà alla fase di implementazione.

Il progetto RETRACE è soltanto l’ultima espressione della stretta collaborazione tra il Politecnico e la Regione Piemonte, che lo scorso anno ha portato alla definizione di un accordo per promuovere lo sviluppo locale grazie all’Approccio Sistemico e all’Economia Circolare. Il focus delle attività verterà sull’impatto del Covid-19 sulla ricerca di pratiche di Economia Circolare Regionale e sulle nuove buone pratiche. I risultati verranno comunicati in due eventi virtuali durante i quali ciascuna regione europea condividerà le nuove sfide e le opportunità a disposizione dopo la pandemia nell’ambito dell’economia circolare regionale.

“La seconda fase di RETRACE costituisce una grande opportunità per supportare il Recovery Plan europeo tramite l’adozione di un Approccio Sistemico – spiega Silvia Barberoil quale ha da sempre caratterizzato il percorso di Laurea Magistrale ‘Aurelio Peccei’ in Design Sistemico del Politecnico di Torino, e si trova in linea con la necessità espressa dalla Commissione Europea di guidare l’Europa post-Covid-19 verso politiche di riduzione dei consumi. Un progetto ambizioso che può essere realizzato a partire dalle politiche regionali e da appositi piani di sviluppo”.

POLITECNICO DI TORINO

Resp. Elena Foglia Franke 

Felice Balzano, Marzia Brandolese, Silvia Brannetti, David Trangoni

tel. +39 011 0906286  –  relazioni.media@polito.it