É il 21 Novembre la data scelta per festeggiare la Giornata Nazionale degli Alberi. Una celebrazione voluta per rinnovare l’attenzione pubblica sul valore della natura e di come gli alberi siano indispensabili per lo scambio anidride carbonica/ossigeno, ma anche per la prevenzione del dissesto idrogeologico e la tutela della biodiversità. 

Se annualmente questa data vede il coinvolgimento di tutte le regioni italiane mediante iniziative dedicate a celebrare l’occasione, rendere il mondo più verde per garantire alle future generazioni un pianeta migliore è anche la mission di “ONE FOREST”, il progetto realizzato da One Express, il primo Pallet Network italiano per Qualità.

Da sempre attenta all’ambiente e capace di coniugare scelte di business con azioni positive per la collettività, realizzando partnership con le amministrazioni e gli enti dei territori su cui opera quotidianamente, One Express coglie il 21 Novembre come opportunità per rilanciare l’iniziativa che prevede la messa a dimora di alberi per la rinaturalizzazione del territorio e la compensazione di C02.

Un progetto fortemente voluto da Roberto Taliani, Responsabile Marketing e Comunicazione One Express, che così commenta: “Avviato nei mesi scorsi a San Giorgio Di Piano e Bentivoglio (BO) dove One Express ha la propria sede centrale, in collaborazione con Progetto Natù, l’obiettivo è creare un percorso di sviluppo sostenibile coinvolgendo attivamente i più giovani nella cura dell’ambiente e nell’ampliamento del verde nelle aree urbane della propria città, con momenti di formazione e sensibilizzazione nelle scuole elementari e medie, fino al coinvolgimento degli studenti nella piantumazione nelle zone individuate.

Il programma ha visto la crescente adesione degli Affiliati che compongono il Network, contribuendo così alla diffusione di una nuova cultura ambientale, realizzando una forestazione urbana compensativa al fine di conferire un valore aggiunto al proprio territorio, ottenendo effetti climatici positivi sia a livello locale che globale”.

Con 20.000 piante messe a dimora, Progetto Natù vuole testimoniare in modo concreto come la collaborazione con realtà virtuose e attive si possano realizzare interventi significativi su tutto il territorio nazionale, formando al contempo una nuova generazione, sempre più attenta al rispetto dell’ambiente.

Marco Lessi

m.lessi@borderlineagency.com