Smart working e flessibilità sono concetti lavorativi ormai superati e oggi parte del DNA stesso delle imprese: è quanto emerge dal Report Best Workplaces for Millennials 2022 condotto su un campionario di 16.453 collaboratori di aziende appartenenti alla generazione Millennials – persone nate tra il 1981 e il 1997 –  da Great Place to Work, società di consulenza organizzativa che analizza gli ambienti di lavoro.

Non solo: meritocrazia, assenza di favoritismi, comportamenti etici da parte del management e possibilità di lavorare divertendosi in un ambiente sano dal punto di vista psicologico sono solo alcuni dei fattori maggiormente attrattivi per i Millennials lavoratori che, in alcuni casi, possono essere più felici di andare a lavoro fino al 24% in più rispetto a chi esercita in un contesto lavorativo in cui gli elementi sopra citati non sono considerati prioritari.

Ma quali comportamenti e tendenze intossicano maggiormente gli ambienti di lavoro? Si è parlato di questo e di molto altro a “Può esistere il workplace ideale? Idee, strumenti e cultura per migliorare il luogo di lavoro”, panel coordinato dalla piattaforma di tutoring online Fluentify (www.fluentify.com) – tra le altre cose premiata come Best Workplaces Europe 2022 – nell’ambito del Forum Risorse Umane (http://www.forumhr.it/).

Reprimere l’intelligenza emotiva

Sentirsi imprigionati in un ruolo

Non ricevere premi

Festeggiare i successi altrui

Lavorare in un contesto poco meritocratico

Non sentirsi accolti

Mancanza di fiducia

Avere un capo distaccato

Non sentirsi imprenditori

Non aderire a una missione comune.

Fluentify, da anni promotrice di iniziative come la settimana corta e le workation, è stata premiata Best Workplaces Italia e Europa per l’anno 2022. Sarah America, Head of Customer Experience di Fluentify, dichiara: “Basta poco per migliorare il proprio ambiente di lavoro: la ricetta perfetta combina ascolto attivo e fiducia”.

 Disclosers

Daniela Monteverdi: daniela.monteverdi@disclosers.it (349 3192268)

Micaela Longo: micaela.longo@disclosers.it (339 5800192)

Valeria Volpato: valeria.volpato@disclosers.it (348 9263279)