Oltre il 90% delle persone che vivono nei paesi sviluppati utilizzano Internet, rendendoli potenziali vittime di crimini informatici, tra cui il furto di identità, il furto finanziario, le violazioni della proprietà intellettuale e molto altro.

Essere protetti quando si naviga online è sempre più importante e il 7 febbraio 2023 si celebra il Safer Internet Day, una giornata che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi online emergenti e sulle preoccupazioni attuali.

Il crimine informatico può colpire chiunque e questo significa che è essenziale proteggere sé stessi, i propri dati e qualsiasi dispositivo collegato a Internet, sia a casa, che a scuola o al lavoro.

Il Safer Internet Day, che per il 2023 si celebrerà il 7 febbraio, è diventato ormai un evento di riferimento nel calendario della sicurezza online. Nato come iniziativa del progetto SafeBorders dell’UE nel 2004 e ripreso dalla rete Insafe come una delle sue prime azioni nel 2005, il Safer Internet Day è cresciuto oltre la sua tradizionale area geografica ed è ora celebrato in circa 180 Paesi e territori in tutto il mondo.

Il valore dei dati non è mai stato così alto come oggi”, – afferma Antonio Bagiolini, Business Line Manager ICT di TÜV Italia. “La perdita di un asset informativo quale può essere un segreto commerciale, un dato personale o la violazione della proprietà intellettuale, può avere conseguenze sulle innovazioni future e sull’immagine di un’azienda o sulla vita privata di un utente.

Il fattore umano, più che la tecnologia, è oggi la chiave per mettere in campo un livello di sicurezza adeguato. Gli utenti stessi sono un “asset” di grande valore, su cui è doveroso e necessario porre un’attenzione particolare.”

In occasione del Safer Internet Day elenchiamo alcuni accorgimenti utili per tutti noi:

Educare e incoraggiare un cambiamento positivo

  • Mantenere private le vostre informazioni di identificazione personale (PII) online;
  • Assicurarsi che che tutto il personale aziendale comprenda l’importanza di password forti, come crearle e perché non dovrebbero condividerle con nessun altro;
  • Parlare all’interno dell’azienda di alfabetizzazione mediatica e di come individuare fonti non autentiche e potenziali truffe;
  • Discutere quali siano i tentativi di phishing e come identificarli;
  • Chiarire che nessuno dovrebbe cliccare su un link sospetto o aprire allegati inaspettati.

Anticipare le potenziali minacce

  • Esaminare le applicazioni che sono utilizzate e affrontare qualsiasi problema di sicurezza relativo al loro utilizzo;
  • Installare sui vostri dispositivi un adeguato software antivirus e altre funzioni di sicurezza;
  • Sfruttare la tecnologia VPN per stabilire l’anonimato online e migliorare la sicurezza quando si naviga su reti pubbliche;
  • Incoraggiare l’uso dell’autenticazione a più fattori (MFA) per fornire ulteriori livelli di sicurezza;
  • Incoraggiare l’installazione di aggiornamenti software per mantenere i dispositivi aggiornati;
  • Controllare che gli acquisti online siano effettuati da siti sicuri.

I servizi a supporto delle aziende

A livello strategico è importante che le aziende sviluppino strutture resilienti lavorando in termini di business continuity, data protection e information security, oltre a prevedere adeguata formazione per il proprio personale. Il fattore umano, infatti, rappresenta la più importante vulnerabilità della security: una forza lavoro con scarse competenze in questo ambito è la prima ragione del successo degli attacchi informatici.

Federico Maggioni
Account Executive
fmaggioni@sangallimc.it
Mobile +39 348.5367711
 Sangalli M&C
20143 Milano
tel  +39 02.89056404 – fax +39 02.89056974
www.sangallimc.it