Bergamo contro i furti di biciclette: il Comune aderisce a BIKEBEE.

Dopo Rimini, Cortina e Jesolo, BIKEBEE arriva in Lombardia. Bergamo è il primo comune della Regione ad adottare il Registro digitale gratuito per rintracciare la propria bici proteggendola dai ladri: uno strumento fornito “chiavi in mano” ai cittadini, comprensivo di app e sito Internet. Un passo ulteriore verso città “bikefriendly” e sostenibili.

La città di Bergamo più sicura contro i furti di biciclette, grazie a BIKEBEE. Per agevolare i cittadini nella protezione del proprio mezzo, il Comune ha deliberato l’adesione alla piattaforma innovativa che sta riscuotendo un successo crescente in Italia.
Nel nostro Paese sparisce una bici ogni trenta secondi, e le amministrazioni comunali da tempo stanno correndo ai ripari. La startup BIKEBEE, progettata dal Ceo e Founder Alberto Montesi, fornisce gratuitamente ai Comuni un Registro digitale completo, realizzato usando le migliori tecnologie, accessibile da chiunque e da qualsiasi device. Uno strumento che permette ai cittadini, in pochi click, di certificare la proprietà del mezzo registrandolo gratuitamente, ma anche di riconoscere le bici rubate su tutto il territorio, comunale e nazionale.

A Bergamo, come a tutti i Comuni aderenti, sarà fornito un sito totalmente responsive, compatibile con tutte le versioni di software sul mercato (sia di sistemi operativi, sia di browser) e una app – per Android e IOS – con una grafica personalizzata con logo e colori del Comune. Il sito sarà pubblicato su un URL a scelta dell’amministrazione comunale.
BIKEBBE, frutto di un progetto ad alto tasso tecnologico, diventa allo stesso tempo una iniziativa a forte impatto sociale. Lottare contro i furti significa incoraggiare l’uso della bicicletta, innestando un cambiamento che investe la vita dei cittadini, le loro abitudini, la percezione degli spazi e degli spostamenti. Il Registro, la app e i social media, inoltre, valorizzano l’importanza della comunità, della legalità condivisa e del reciproco supporto.

«I cittadini hanno in mano un nuovo strumento per proteggere la propria bici, ma non solo – spiega Alberto Montesi, CEO e Founder di BIKEBEE –. I vantaggi dell’uso della nostra piattaforma riguardano tutti gli attori coinvolti, dai Comuni, sempre più implicati nella promozione della mobilità verde, alle Forze dell’Ordine, agevolate nell’identificazione dei mezzi rubati e nella restituzione ai proprietari. È un passo deciso in direzione della Green Innovation Sustainability».

«Da tempo stiamo lavorando per contrastare i furti in città: – premette Stefano Zenoni, assessore alla Mobilità – purtroppo questo non è un fenomeno semplice da gestire, soprattutto perché i proprietari, spesso scoraggiati, tendono a non denunciare i furti, rendendo più complessa l’attività delle Forze dell’Ordine. Oggi, grazie a BIKEBEE, abbiamo però un’arma in più, per identificare una bicicletta, per ritrovarla in caso di sottrazione e quindi, indirettamente, per scoraggiarne il furto. Una soluzione di questo tipo aiuterà sicuramente la nostra Polizia Locale, a cui quotidianamente arrivano segnalazioni di furti, e i proprietari, affinché la loro bicicletta possa essere sempre rintracciata e, in caso di furto, restituita».

Tutte le potenzialità della piattaforma BIKEBEE saranno presentate a Cortina d’Ampezzo in occasione del TEDx Cortina, in programma il 23 agosto 2019.

Ufficio stampa:

Ufficio stampa BIKEBEE press@bikebee.it  T. + 39 051 26 1449

Giuseppe Mugnano: M. + 39 339 429 4265