Oltre l’azienda, coltiviamo il pensiero libero

Essere imprenditori non è solo guardare il risultato economico ma significa anche creare un ambiente trasversale a lavoro in cui crescere e confrontarsi. Marcello Svaldi, imprenditore sovversivo, ha creato il Festival della Libertà dedicato a tutti coloro che vogliono allenare la propria capacità di pensiero attraverso il confronto con ospiti di spessore, intellettuale, sociale, professionale.

 “Cooperiamo per la libertà dei nostri incaricati e per il benessere dei nostri clienti” è da questa vision aziendale che Marcello Svaldi, AD di Gioel, azienda che ha come mission l’abbattimento dell’inquinamento indoor, è partito per fare l’imprenditore in modo diverso, ovvero, non guardare il mero risultato economico ma dare attenzione ai collaboratori e ai clienti come persone e non numeri.

 Si chiama Festival della Libertà, l’iniziativa che Svaldi ha ideato pensando a come poter aiutare le persone che lavorano in Gioel a fare un viaggio verso la libertà nelle sue varie accezioni.

“Siamo partiti col pensare di andare oltre la solita convention interna in cui si parla di trend, mercati e risultati dell’azienda – racconta Marcello Svaldi – . Nel 2019 abbiamo rivisitato i contenuti della classica convention con l’edizione zero del Festival della Libertà, evento dedicato ai collaboratori, in cui due degli ospiti “pensatori” come Matteo Rizzato, ricercatore nel campo della comunicazione empatica, l’intelligenza emotiva e il comportamento umano,e il sociologo Enrico Cheli ed il formatore sovversivo Fabrizio Cotza hanno esposto il loro pensiero e vision del concetto di libertà”.

La forzata immobilità di questi mesi ha spinto Svaldi a creare un gruppo su Facebook “ Respiriamo Libertà” in cui si sta creando una community interessata al tema, che il 20 marzo 2021 si concretizzerà con l’edizione uno dal vivo, questa volta aperta anche al pubblico. Tra gli ospiti confermati, Nicolò Govoni, candidato al premio Nobel per la pace, per le sue numerose iniziative a favore dei bambini profughi.

“In attesa del 2021, – continua Svaldi –  in collaborazione con altri imprenditori sovversivi: Eurek e Immobiliare San Pietro, checome me, seguono l’approccio imprenditoriale omonimo, ideato da Fabrizio Cotza; abbiamo creato un format talk on line per far crescere la community di coloro che sono interessati al tema della libertà. Si tratta di interviste, in cui in diretta sul gruppo FB invitiamo un personaggio che si distingue per il suo spessore, intellettuale, sociale, professionale, etc.  che ci aiuta a ragionare sul tema della libertà. Per rendere l’intervista dinamica e coinvolgente, Fabrizio Cotza, ha un ruolo attivo e rappresenta il provocatore”.

Il format, oltre ad essere interattivo, ha da una parte Svaldi e dall’altra Cotza, rispettivamente, il primo conduce l’intervista, il secondo è preposto a fare quelle domande che “nessuno ha mai il coraggio di porre”. 

Ha inaugurato il Festival della Libertà on line Don Antonio Mazzi, lanciando diverse perle di saggezza che hanno alimentato il pensiero e il dibattito su un tema così grande e a volte controverso, con definizioni come: “è libero colui che sa dire sì alle cose difficili e no alle cose facili”; “la libertà bisogna denudarla dal pregiudizio” “Io non ho fede ma fiducia, perché è quella che ti dà una serenità straordinaria”.

Mazzi è stato seguito da Antonio Polito, vicedirettore del Corriere della Sera che ha scritto diversi articoli sulla libertà. A settembre invece si parlerà di cambiamenti climatici e libertà con il prof. Silvio Gualdi, Senior Scientist del Centro Euro-Mediterraneo.

Per chi vorrà partecipare basterà chiedere l’adesione al gruppo Facebook Respiriamo Libertà.

La peculiarità di Gioel

Gioel da sempre attenta allo studio della salubrità dell’aria indoor, sperimenta tecnologie sempre più performanti con il supporto delle Università e centri di ricerca come l’Università di Modena e Reggio Emilia e il CNR di Roma. È giunta all’ultima versione di un dispositivo con una tecnologia di filtraggio brevettata che permette di lavare l’aria con l’acqua e sanificare le superfici con il vapore eliminando la quasi totalità dei batteri senza l’ausilio di nessuna sostanza chimica.

Dora Carapellese

Comunicazione – Uff. Stampa PR 

Office:   051- 811843 – Mobile:  347-4581906

www.doracarapellese.it