MOZZICONI, SULLE SPIAGGE DI MONDELLO SI CAMBIA GESTO

Per tutto il mese di agosto, sul litorale palermitano di Mondello, sarà attiva la campagna #CAMBIAGESTO, che invita i bagnanti a non disperdere i mozziconi di sigaretta e a contribuire, con piccole azioni virtuose, a proteggere l’ambiente.

Ottomila posacenere tascabili e riciclabili distribuiti ai bagnanti, 10 grandi raccoglitori dislocati sul lungomare, numerose installazioni e affissioni nei lidi per una presa di coscienza collettiva rispetto al grande problema della dispersione dei mozziconi di sigaretta in spiaggia e in mare. Un invito a compiere piccole azioni virtuose per ridurre gli enormi danni causati da un’abitudine ampiamente diffusa e spesso ignorata. E’ quanto prevede la capillare campagna #CAMBIAGESTO, protagonista dal 30 luglio al 31 agosto 2019 dell’affollato litorale palermitano di Mondello e realizzata grazie alla collaborazione tra diverse realtà territoriali, private e pubbliche.

Il progetto, patrocinato dal Comune di Palermo e ideato dall’agenzia creativa milanese H+, è promosso da Philip Morris Italia e sviluppato in collaborazione con PUSH, laboratorio nato a Palermo per l’innovazione sociale e la sostenibilità in ambito urbano, e E.R.I.C.A.,cooperativa specializzata in comunicazione e progettazione ambientale, che si occuperà di monitorare l’andamento dell’iniziativa, sia sul piano tecnico, individuando la quantità di mozziconi che verranno recuperati e quindi non abbandonati in spiaggia, sia rispetto alla percezione della campagna da parte dei fumatori in spiaggia, che saranno intervistati attraverso appositi questionari.

L’obiettivo dell’operazione è di creare un format replicabile in altre località balneari per diffondere, un piccolo gesto alla volta, una profonda cultura del rispetto del patrimonio naturale danneggiato da decenni di incuria. Ogni giorno nel mondo vengono dispersi nell’ambiente 10 miliardi di mozziconi di sigaretta, due terzi dei quali finiscono in mare andando a rappresentare complessivamente un terzo dei rifiuti presenti in acque salate. Ciascuno di questi piccoli rifiuti contiene più di 4000 sostanze nocive e impiega circa 10 anni per degradarsi. La maggior parte finisce nello stomaco degli animali, causandone la morte: sono state trovate tracce di mozziconi addirittura nel 70% degli uccelli marini e nel 30% delle tartarughe. (Fonte dati: elaborazione Philip Morris Italia)

La campagna invita il pubblico ad uscire dall’automatismo di un gesto percepito come innocuo, ma che ha conseguenze devastanti. Il messaggio di base che viene veicolato, ovvero “una parte di te sa già come fare. #CAMBIAGESTO”, ha l’obiettivo di stimolare il cambiamento collettivo piuttosto che biasimare l’atteggiamento sbagliato, facendo leva su una coscienza individuale che già esiste nelle persone. Questo aspetto prende forma attraverso un’ombra “magica”, tanto nelle installazioni quanto nelle cartoline informative e nei poster che costellano il lungomare, che agisce in modo corretto: mentre due giovani sono uno di fronte all’altro con gli occhi fissi sullo smartphone, le loro ombre si baciano, mentre una donna getta il mozzicone per terra, la sua ombra lo getta nel posacenere. Tutti i materiali e le installazioni, incluso il posacenere riciclabile a forma di salvadanaio, rievocano un immaginario giocoso e sono pensati per avvicinare con leggerezza il pubblico ad un tema troppo spesso percepito come distante e slegato dai piccoli gesti.

Ufficio stampa #CAMBIAGESTO