Una ricerca di Netcomm e Contactlab ha analizzato le performance di 19 marchi italiani evidenziando la capacità di offrire significative esperienze di navigazione, l’efficace uso dei social anche per attività di acquisto ed engagement, nonché il livello di presidio online dei principali Paesi in Europa, USA e Russia.

Da migliorare invece la capacità di espandersi fuori dai confini europei – in particolare nel mercato cinese – lo Style Advisory, l’offerta di servizi cross-channel e la trasparenza sull’origine dei prodotti per valorizzare il Made in Italy.

 

In occasione dell’appuntamento di riferimento sul digitale per le aziende del fashion e del lifestyle tenutosi a Milano, Netcomm e Contactlab hanno analizzato la competitività digitale di un panel di 19 brand italiani, classificati come Contemporary Fashion.  La ricerca, realizzata attraverso la Digital Competitive Map, la metodologia di ContactLab attiva dal 2014 per valutare il posizionamento online dei marchi del fashion, ha preso in considerazione 189 parametri ripartiti tra due assi: Digital Strategic Reach e Digital Customer Experience.

Il primo asse del Digital Strategic Reach riguarda criteri strategici come la presenza del brand sui mercati e-commerce mondiali e sui principali e-tailer, l’ampiezza di gamma dell’offerta, le attività di engagement con il cliente, l’uso dei social e la trasparenza sull’origine dei prodotti.

Il secondo asse della Digital Customer Experience identifica gli aspetti relativi alla qualità e all’efficacia dell’interazione tra brand e cliente nella navigazione sui siti, verificando per esempio l’esperienza di acquisto online, l’offerta di servizi cross-channel, le app, i metodi di pagamento, le opzioni di consegna e reso, la comunicazione via direct marketing e social, etc.

Tre brand si mettono particolarmente in luce:

  • Pinko: dalla somma dei punteggi emerge come il marchio più competitivo, con un ottimo bilanciamento sui due assi della matrice;
  • Furla: si distacca molto sull’asse verticale “Digital Strategic Reach” per il significativo livello di globalizzazione raggiunto non solo in Europa, ma anche in Asia e Stati Uniti;
  • Patrizia Pepe: offre alla clientela una piacevole esperienza di navigazione e interazione digitale.

Osservando la presenza nei mercati e-commerce con canali di vendita diretti, emerge che i brand del Contemporary Fashion analizzati hanno una forte e omogenea presenza in Europa (circa il 95%), una buona copertura in USA e Russia (rispettivamente 70% e 65% circa) ma sono meno presenti nei mercati asiatici, in particolare in Cina la cui percentuale scende al di sotto del 40%.

Rispetto ai marchi del lusso, il panel Contemporary Fashion è meno presente sugli e-tailer specializzati nel mondo del Fashion & Luxury come Net-à-porter, LUISAVIAROMA e MyTheresa. È invece più presente su Amazon Moda, piattaforma che facilita l’accesso al mercato nonostante l’esperienza di navigazione e il posizionamento dei marchi possano risultare non ottimali. Si evidenzia anche la difficoltà per il panel italiano di presidiare il complesso mercato cinese sia con una strategia di distribuzione diretta che attraverso i grandi e-tailer locali (i.e. WeChat, JD.com).

“I 19 brand del Contemporary Fashion risultano molto attivi sui canali social, non solo a livello di posting ma anche di vendita diretta tramite Facebook e Instagram, superando in questa modalità il settore luxury” dichiara Marco Pozzi, Senior Advisor di Contactlab. “Le cose cambiano quando si analizzano le performance relative alla cross-canalità dove l’offerta di servizi d’acquisto al consumatore online sembra piuttosto limitata” continua Pozzi.

Infatti sono poco più del 30% i marchi analizzati che offrono il ritiro in negozio dopo l’acquisto online e ancora meno (circa il 25%) quelli che danno la possibilità di rendere in-store ciò che si è acquistato sul web. Le percentuali si abbassano ulteriormente se ci si riferisce ai cambi di prodotto o alla prenotazione di un appuntamento per provare un capo in negozio.

Un altro aspetto che richiederebbe maggiore attenzione da parte dei brand del Contemporary Fashion è l’indicazione del paese di produzione dei propri capi e accessori venduti online. La maggioranza del panel, ad eccezione di Patrizia Pepe e Falconeri, perde così l’opportunità di
valorizzare la produzione artigianale e industriale del nostro Paese, che viene invece richiesta soprattutto dai consumatori asiatici, a conferma dell’importanza del valore del Made in Italy.

 

Netcomm, il Consorzio del Commercio Digitale Italiano, è il punto di riferimento in materia di e-commerce e retail digitale nel panorama nazionale e internazionale. Nato nel 2005, riunisce oltre 300 aziende composte da società internazionali e piccole-medie realtà di eccellenza. Netcomm promuove lo sviluppo dell’e-commerce e dell’evoluzione digitale delle imprese, generando valore per l’intero sistema economico italiano e per i consumatori. Netcomm è uno dei membri fondatori dell’Associazione Europea del Commercio Elettronico, Ecommerce Europe. I principali ambiti nei quali Netcomm è impegnato riguardano:  lo sviluppo di studi e ricerche sul mondo dell’e-commerce; la promozione di eventi e workshop; la creazione di tavoli di lavoro che analizzano dal punto di vista economico e regolamentare le primarie industry dell’e-commerce e le tematiche funzionali più rilevanti, interfacciandosi mediante attività di lobbying con le autorità nazionali e internazionali; l’affiancamento delle aziende associate tramite un supporto legale, fiscale e servizi convenzionati; attività di comunicazione e formazioni sul territorio nazionale; il sostegno all’internazionalizzazione delle aziende italiane; la promozione delle competenze digitali dei consumatori e di strumenti a sostegno degli acquisti online quali il Sigillo Netcomm, che identifica i siti di e-commerce affidabili e di qualità.

 

Contactlab offre soluzioni di engagement marketing per massimizzare i risultati di business e rafforzare la relazione del cliente con il brand attraverso piani di contatto multicanale personalizzati. Grazie all’affidabilità di una tecnologia proprietaria e all’esperienza di professionisti del marketing digitale, abilitiamo le aziende a raccogliere informazioni approfondite sul singolo consumatore per arricchire l’esperienza di acquisto, offrendo un piano di contatto altamente individualizzato, multicanale basato su eventi, preferenze e il ciclo di vita del prodotto. Nata nel 1998, Contactlab è guidata dal suo fondatore Massimo Fubini, imprenditore, innovatore e “giovane veterano” nel mondo del web dal 1995. Ad oggi lavorano con noi oltre 1000 aziende a livello mondiale, tra cui i principali brand del settore fashion & luxury.

 

 

 

 

Ufficio stampa Netcomm Ufficio stampa Contactlab:
Imageware | +39 02700251 Mirandola Comunicazione
Netcomm@imageware.it Marco Ferrario – Giulia Perfetti
Alessandra Pigoni – Andrea Spaziani marco.ferrario@mirandola.net – giulia.perfetti@mirandola.net
Tel.: 0524.574708 – 320.7910162 – 345.7258786

 

Ufficio stampa Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano

Mirandola Comunicazione

Marco Ferrario – Daniele Gatti

marco.ferrario@mirandola.net
daniele@mirandola.net

Tel.: 0524/574708 – 320/7910162 – 393/8108869

Skype: marco.ferrario3 – daniele.gatti_1