Indagine di Badenoch & Clark su 300.000 osservazioni qualificate in collaborazione con Job Pricing.

 I DIRIGENTI DELL’AREA MARKETING E COMUNICAZIONE AL QUARTO POSTO NELLA CLASSIFICA PER RETRIBUZIONE,  (MA PERDONO PIU’ DELLA MEDIA RISPETTO ALL’ANNO SCORSO).

RAL (Retribuzione annua lorda), quota variabile, differenze regionali, di età, genere, settore, ruoli, benefit e soddisfazione: la più grande indagine sulle retribuzioni dei Dirigenti in Italia.

Nella graduatoria delle retribuzioni delle funzioni aziendali, i Dirigenti dell’area Marketing e Comunicazione si posizionano al 4° posto, con una ral media nel 2016 pari a 98.633 €, a cui si aggiunge una quota variabile pari al 18,9%.

Tuttavia questa famiglia professionale risulta quella che ha subito un rallentamento maggiore in fatto di retribuzione negli ultimi anni.

Sono queste alcune delle conclusioni a cui giunge la Guida alla Retribuzione dei Dirigenti in Italia realizzata da Badenoch & Clark, azienda specializzata nel recruiting di figure manageriali ed executive, in collaborazione (Retribuzione annua lorda)con JobPricing.

Il trend retributivo 2016-2015 non è stato positivo per tutta la popolazione dirigenziale, considerando il calo del 2,9% delle retribuzioni rispetto al 2015. I Dirigenti dell’area Marketing e Comunicazione hanno registrato però un calo ancor più negativo, pari al 3,3%.

Appartengono al settore Alimentari bevande e beni di largo consumo i Dirigenti in ambito Marketing e comunicazione meglio pagati in Italia e dal punto di vista regionale è la Lombardia che garantisce una retribuzione più alta.

Il quadro generale

Dall’indagine, condotta su oltre 300.000 osservazioni in tutta Italia, è emerso che sono i Dirigenti che lavorano in grandi aziende della Lombardia nel settore dei beni di largo consumo o quelli  che guadagnano meglio mentre, all’altro capo della classifica, ci sono i top manager in società di servizi e consulenza software che operano in Calabria.

Il gap tra  RAL (Retribuzione annua lorda) di un Dirigente milanese e uno che opera a Catanzaro è, infatti, di circa 16 mila euro annui (101 mila euro contro 85 mila), mentre la distanza tra stipendi di top manager che operano in una micro e una grande azienda è del 41.7% (77 mila euro contro 109 mila euro). Tra i Dirgenti dell’area marketing e comunicazione  nel settore beni di largo consumo e quelli che operano in società di servizi e consulenza software c’è un divario di 17 mila euro (106 mila contro 89 mila).

Si tratta di scostamenti che non tengono conto della retribuzione variabile che pure incide nel 76% dei casi sullo stipendio dei top manager per circa il 20% della RAL. La quota varabile è, infatti, consistente, pari a circa 19 mila euro annui ma questa categoria professionale è l’unica ad aver registrato un calo delle retribuzioni (-2,9%) nel 2016 rispetto all’anno precedente.

Osservando l’età anagrafica e la seniority nel ruolo si osserva che le retribuzioni per i Dirigenti del settore marketing e comunicazine  crescono  del 13,3% con un’esperienza che varia da meno di 2 anni a più di 5 e addirittura del 25,5% per la fascia da 25-34 anni  a oltre i 65 anni.

La dimensione dell’azienda pesa per oltre il 41% sulle retribuzioni.

 

Badenoch & Clark offre servizi di Head Hunting per manager, professionisti ed executive. Mettendo a disposizione delle aziende gli strumenti più sofisticati di Recruitment, individua i profili professionali di maggior potenziale all’interno  del panorama aziendale internazionale.