I cuccioli si sa che hanno sempre questo desiderio di ingerire oggetti non commestibili, un atteggiamento che giustamente preoccupa molti proprietari ma soprattutto mette in serio pericolo i cuccioli stessi. Spesso il problema è accompagnato dall’ingestione di feci proprie e di altri.

Consigli utili

Dei possibili consigli possono essere questi:

– evita di dare supplementi fuori pasto, deve imparare ad avere degli orari per alimentarsi.

– i premi non devono essere gettati a terra ma dati direttamente in bocca con le mani.

– i premi non devono mai essere dati in abbondanza, devono essere premi, non spuntini.

-intraprendi un ciclo educativo di base (seduto, fermo, terra, resta) con premi alimentari.

– in casa, quando il cane è distratto, richiamalo, quando ti raggiunge fallo sedere e premialo con un boccone appetibile.

– in casa, se noti che presta attenzioni particolari a qualche oggetto tenendolo in bocca, chiamalo invitandolo a venire da te.

– in casa, se noti che sta annusando con insistenza il pavimento o un oggetto, chiamalo invitandolo a venire da te e ogni volta che ti raggiunge premialo

– non premiare mai il cane nei pressi dello stimolo negativo ma bisogna allontanarsi anche di soli pochi passi, non deve associare il premio al luogo ma al gesto, se non viene da te raggiungilo, se si muove non inseguirlo, fermati in modo che ti noti e cerca di convincerlo a raggiungerti magari fingendo di nascondere qualcosa di prezioso tra le mani.

-non tentare mai di togliere ciò che ha in bocca, potrebbe pensare che gli vuoi rubare la preda che ha conquistato

– non fare vedere che sei interessato a quello che ha in bocca ma ignoralo e non accarezzarlo quando ha l’oggetto indesiderato in bocca, non deve avere assolutamente approvazione per ciò che sta facendo.

– a questo punto fagli notare il bocconcino che tieni in mano ed invitalo ad appropriarsene, deve essere una buona alternativa, mentre sta consumando il premio, accarezzalo e complimentati con lui in segno di approvazione.

Fuori casa

Quando sei fuori casa, adotta gli stessi atteggiamenti collaudati in casa, usando anche gli stessi toni.

Fuori casa tienilo più spesso al guinzaglio, guidandolo in modo da allontanarlo da stimoli accattivanti, non trascinarlo, invitalo a rivolgere altrove il suo interesse, inventandoti una pratica dell’allegria, utile a distrarre il cane ed attirare su te la sua attenzione.

Lo scopo di questi esercizi è di riuscire a distrarre il cane con una alternativa alimentare.

Se intervieni con i tempi giusti, potresti riuscire a generare un riflesso condizionato riferito agli oggetti non commestibili e, nel momento in cui il cane li incontra, farlo venire da te a pretendere il bocconcino come giusto premio.