Babbel lancia una nuova campagna rivolta al mondo del turismo

 

 Babbel, per imparare le lingue, lancia una nuova campagna di comunicazione diretta ai paesi del Sud Europa e rivolta alle strutture ricettive medio piccole: agriturismi, ostelli, bed & breakfast, enti per l’organizzazione di visite turistiche o escursioni, ristoranti. L’obiettivo di Babbel è quello di posizionarsi sul mercato italiano e sud europeo come uno strumento efficace non solo per l’apprendimento delle lingue in generale, ma anche per promuovere l’importanza di parlare la lingua dei propri ospiti nel settore turistico.

La campagna, online da oggi sui canali paid social (Facebook e Youtube) e display e in pianificazione fino a settembre, è declinata in due video: uno dai toni istituzionali, l’altro di testimonianza.

Il video istituzionale, presenta con ilarità alcune situazioni che possono verificarsi durante un viaggio in cui la mancanza di conoscenza delle lingue può portare ad alcuni fraintendimenti: dalla receptionist di un albergo che non riesce a decifrare le richieste del proprio ospite, al cameriere che travisa un’ordinazione, fino al taxista che non distingue il russo dall’inglese e continua a parlare da solo nella propria lingua senza capire la destinazione del cliente.

Il secondo video invece vede come protagonista La Fiorida, agriturismo e realtà unica in Valtellina, scelta come “ambassador” del progetto in Italia. Dalla storia della struttura ricettiva alle sue relazioni con gli ospiti stranieri si mostra come imparare nuove lingue sia fondamentale per aprirsi a una clientela internazionale e far crescere la propria attività.

We Speak Babbel: l’offerta di Babbel per le piccole strutture

La campagna promuove il pacchetto ad hoc creato per le strutture ricettive: We Speak Babbel. L’obiettivo è migliorare la comunicazione e rispondere meglio alle esigenze degli ospiti. L’offerta è composta dalle classiche lezioni di Babbel più dei corsi appositi in inglese, tedesco e russo (pacchetto disponibile anche per i corsi classici di francese e spagnolo), che comprendono temi come accogliere i nuovi arrivati, prendere prenotazioni telefoniche e fornire indicazioni e supporto.

Gli interessati possono accedere all’offerta e ricevere un adesivo “fisico” da attaccare alla porta della propria struttura o in formato digitale da allegare alle e-mail, al sito internet e a tutte le comunicazioni online, una sorta di “Tripadvisor delle lingue”.

La campagna rafforza il posizionamento di Babbel tra gli “esperti della conversazione”, in ogni ambito della vita quotidiana e nei risvolti business.

“Parlare la lingua dei propri ospiti aiuta ad avere una conversazione più immediata e personale e soprattutto a farli sentire a casa”, spiega Biagio di Leo, Country Manager di Babbel per il Sud Europa. “Questo non facilita solamente il lavoro quotidiano ma crea sul lungo termine nuove opportunità di business grazie agli effetti positivi di questa interazione”.

Ufficio Stampa Babbel

eleonorab@bpress.it <eleonorab@bpress.it>