Anna Zanchi * –

 

Lo spostamento globale della domanda dagli ingredienti di sintesi ai principi attivi naturali grazie al loro impatto più benigno sulla salute umana e sull’ambiente sta attirando investimenti notevoli verso il mercato dei principi attivi per la cura personale. L’attuale quota dei principi attivi naturali nel mercato totale è tra il 25% e il 30%, ma si prevede che questa cifra raddoppierà entro il 2023, innescando una serie di innovazioni tecnologiche mirate a contrastare l’instabilità intrinseca degli ingredienti biologici.

Global Personal Care Active Ingredients Market, Forecast to 2023” fa parte del programma in abbonamento Future of Health, Beauty and Packaging di Frost & Sullivan. Lo studio riguarda gli ingredienti utilizzati come idratanti, filtri ultravioletti (UV), anti-invecchiamento, esfolianti, condizionanti, antimicrobici e altri.

La suscettibilità degli ingredienti naturali alla contaminazione microbica e l’incompatibilità con altri ingredienti costringono i produttori ad impiegare tecnologie come l’incapsulamento. Anche le tecnologie di rilascio controllato sono diffuse, in quanto aumentano l’efficacia degli ingredienti naturali e ampliano i margini utilizzando principi attivi altamente efficaci e specializzati piuttosto che materie prime generiche.

“La preferenza per gli ingredienti naturali è particolarmente forte tra i consumatori in India e in Cina, che sono stati esposti ai farmaci tradizionali ayurvedici e della medicina tradizionale cinese”, afferma Raghu Tantry, Principal Analyst del gruppo Visionary Science di Frost & Sullivan. “Nonostante aziende attive nell’ambito della cura personale come Natura Cosméticos e il Gruppo L’Oréal che offrono prodotti naturali abbiano riferito un aumento significativo delle vendite, le aziende devono essere prudenti nel dichiarare benefici per la salute sulle etichette, poiché sono sotto stretta osservazione degli enti regolatori.”

L’applicazione dei principi attivi nell’ambito della cura personale si sta espandendo oltre l’idratazione e la protezione solare nei prodotti per il corpo e la protezione anti-inquinamento e antiossidante nei prodotti per capelli. Inoltre, le regioni con diversi gruppi etnici offrono nuove opportunità ai produttori di ingredienti attivi e di cosmetici; ad esempio, c’è un enorme mercato per i prodotti di bellezza halal in Medio Oriente e per gli ingredienti sbiancanti per la pelle nella regione Asia-Pacifico.

“Il mercato sta assistendo alla crescita di diversi operatori regionali; tuttavia, la maggior parte di essi sono interessati a competere con i più grandi produttori per il prezzo piuttosto che per l’innovazione”, osserva Tantry. “Per restare a galla in un mercato così competitivo, i produttori di ingredienti attivi devono focalizzarsi sulla ricerca e sviluppo, stabilire canali di distribuzione efficaci e collaborare con i produttori di prodotti per la cura personale per comprendere meglio la loro pipeline di nuovi prodotti.”

Poiché la pressione dei prezzi è alta, gli operatori devono raggiungere il mix ottimale di leadership dei costi, innovazione e diversificazione nelle strategie di business. Infine, devono supportare i propri clienti con ricerche credibili e tracciare i mercati dei consumatori per sfruttare al meglio le abbondanti opportunità nel mercato globale.

*Contatti
Anna Zanchi
Corporate Communications – Europe
P: +39.02.4851 6133
E: anna.zanchi@frost.com

http://www.frost.com