Di Nicoletta Longo

Fino alla fine di Aprile, sui sacchetti della spesa CRAI sarà promosso il progetto di Bambinisenzasbarre Onlus, associazione impegnata da oltre 10 anni nel sostegno ai figli di genitori detenuti nelle carceri italiane.

Grazie al codice QR impresso sulle shopper, i consumatori sono invitati a collegarsi al sito dell’associazione per fare una donazione di 5 euro, a fronte della quale riceveranno una card che permetterà ad un bambino sotto i 12 anni di entrare gratuitamente per tutto il 2013 in oltre 400 strutture convenzionate del circuito ViviParchi.

Alla base del progetto CRAI un’idea tanto semplice, quanto efficace e con effetto virale.

“Grazie a questa iniziativa innovativa nel panorama distributivo italiano” afferma Corrado Menozzi Responsabile attività sociali e ambientali – Servizi Marketing Crai Secom Spa “desideriamo sensibilizzare una grande platea di consumatori verso delicate tematiche di rilevanza sociale. Uno strumento di uso comune come il sacchetto della spesa, considerato dai più una semplice commodity, è in realtà un importante veicolo di comunicazione che finisce ogni giorno nelle mani di milioni di persone. Incoraggiati dal successo delle prime applicazioni, abbiamo deciso di replicare l’iniziativa anche per il 2013 e sono già moltissime le associazioni che ci hanno richiesto di collaborare. La prossima “in lista” è la Onlus Vida a Pititinga fondata da Enrico Bertolino”.

A fare da cassa di risonanza all’iniziativa sono stati predisposti anche diversi materiali sul punto vendita, la radio interna CRAI e il sito web www.crai-web.it.

L’iniziativa di Bambinisenzasbarre si inserisce in un più ampio impegno di CRAI verso le tematiche di responsabilità sociale e valorizzazione del territorio a favore delle quali il Gruppo si adopera con grande impegno attraverso numerose iniziative di solidarietà e sostenibilità.

Nel 2012 attraverso la shopper CRAI è stato affrontato il tema del sostegno ad anziani e disabili insieme alla Fondazione Don Carlo Gnocchi, aiuto ai pazienti e familiari affetti da spina bifida in partnership con A.S.B.I. e si è supportata la raccolta Telethon “Io Esisto” di cui Crai è partner storico.