5  Notizie                          

  1.    +  Tre nuovi webinar gratuiti di Codemotion insieme ad Amazon a supporto degli insegnanti di tutti gli Istituti italiani

Dopo il successo del primo webinar, con oltre 900 partecipanti connessi contemporaneamente, Codemotion e Amazon organizzano tre nuovi corsi online gratuiti a supporto degli insegnanti di tutta Italia su Scratch, ragazze e STEAM, Intelligenza Artificiale.

Anche questi tre nuovi corsi online rientrano nel progetto Solidarietà digitale voluto dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Dopo il grande successo del webinar di venerdì 13 marzo 2020 quando, connessi online, si sono trovati collegati contemporaneamente da ogni parte di Italia quasi 900 utenti, Codemotion in collaborazione con Amazon ha deciso di organizzare tre nuovi webinar gratuiti principalmente riservati agli insegnanti di tutti gli Istituti scolastici italiani. Scratch, ragazze e tecnologia e Intelligenza Artificiale sono i nuovi macro temi che verranno trattati durante i tre nuovi appuntamenti, in calendario ogni giovedì a partire dal 19 marzo alle ore 11.00.

Della durata totale di un’ora e trenta, i corsi online rientrano nell’iniziativa di Solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione e verteranno su suggerimenti pratici, attività hands-on, casi d’uso e case history per aumentare l’interesse e il coinvolgimento dei propri studenti in modo creativo e alla portata degli insegnanti di tutte le materie. L’obiettivo è di avvicinare gli studenti alle materie STEAM (acronimo inglese per Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica, alle quali Codemotion aggiunge anche la “A” di arte).

Il calendario dei prossimi webinar:

19 Marzo ore 11:00

La Grande Bellezza di Scratch: alla scoperta delle potenzialità di questo strumento educativo utilizzato da 52 milioni di utenti nel mondo.

A cura di Adriano Parracciani, R&S EdTech in Codemotion

Per iscriversi: https://extra.codemotion.com/webinar-amazon-scratch/

26 Marzo ore 11:00

La tecnologia è solo per maschi? Idee ed esperienze pratiche per favorire la partecipazione delle ragazze in percorsi didattici e professionali in ambito STEAM.

A cura di Massimo Avvisati, Head of EdTech R&D di Codemotion

Per iscriversi: https://extra.codemotion.com/webinar-amazon-tecnologia/

02 Aprile ore 11:00

L’Intelligenza Artificiale è Intelligente? Esploriamo la nebulosa della IA, fatta di Filosofia, di Storia, di Tecnologia, per provare a capirne i concetti chiave, sfatare alcuni miti ed imparare ad interpretare il futuro che aspetta i nostri studenti. 

A cura di Adriano Parracciani, R&S EdTech in Codemotion

Per iscriversi: https://extra.codemotion.com/webinar-amazon-ai/

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Governo: https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

Ufficio stampa

Mirandola Comunicazione

codemotion@mirandola.net

Paola Perfetti | paola.perfetti@mirandola.net | Cell. 349 6616964

Laura Ceresoli | laura.ceresoli@mirandola.net | Cell. 366 875971

2. + #IORESTOACASA. MA MI MANTENGO IN FORMA

Semplici consigli per persone con diabete. E non solo

Con il contributo dell’A.N.I.A.D. (Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici)

INTRODUZIONE

Il recente decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, IL DPCM 11 marzo 2020, ha ridotto notevolmente la mobilità dei cittadini italiani.

A causa della pandemia di coronavirus la chiusura di Palestre, centri sportivi, piscine et similari limita fortemente la possibilità di praticare un regolare esercizio fisico nella popolazione generale.

I benefici di un regolare esercizio fisico sono ben noti, sia nella   popolazione in salute sia, ed in particolar modo, nelle persone con diabete nei quali l’attività fisica risulta a tutti gli effetti un cardine della terapia.

Questa limitazione può creare una difficoltà all’espletamento della regolare terapia. Dovendo comunque adeguarsi alla recente normativa l’ANIAD in collaborazione con i suoi esperti propone una serie di attività ed

esercizi da fare in casa con le risorse che ciascuno può avere.

L’intensità viene rapportata per comodità alle calorie consumate durante una camminata a passo svelto in un’ora (150-200 Kcal.)

ECCO DI SEGUITO ALCUNI CONSIGLI

• Tapis roulant: un’ora di tapis roulant anche in 3 sedute quotidiane suddivise in 20 minuti ciascuna (meno di 20 minuti non determina alcun beneficio). Si consiglia un’attività a passo spedito (camminata veloce,

anche senza la necessità di correre, quindi senza la presenza della fase di volo). Se il tapis roulant ha la possibilità di modulare anche la pendenza, si può variare quest’ultima per simulare una camminata in salita.

• Cyclette (a seduta classica o cyclette orizzontale): due serie quotidiane di 15 minuti con intensità variabile (quest’ultima può essere modulata se la cyclette è provvista di volano). La cyclette orizzontale (recline)

risulta più comoda per la presenza sulla seduta dello schienale, e per la particolare posizione che scarica tendenzialmente il peso in modo più distribuito senza un eccessivo sovraccarico a livello del cinto pelvico.

Pertanto la in questo caso il tempo dell’attività potrebbe essere anche maggiore.

• Esercizi a corpo libero: gli esercizi di questo tipo non sono assolutamente da ritenere un palliativo, anzi, sono quella classe di esercizi che possono apportare una serie di benefici dal punto di vista del mantenimento del tono muscolare e, se eseguiti con la giusta tecnica, possono garantire ottimi risultati. Di questi esercizi citiamo: i piegamenti, le accosciate (squat), gli affondi sul posto, quelli di rinforzo dell’addome (sit up o crunch) e della muscolatura lombare come le flessioni in avanti del busto. E non per ultimo ricordiamo anche gli esercizi di mobilità articolare e allungamento (stretching).

Molti esercizi possono essere seguiti e presi in prestito anche da attività come la ginnastica a corpo libero, dal pilates, e dallo yoga.

• Varie: l’utilizzo delle scale del proprio condominio va incoraggiato con una frequenza media di 8 salite e otto discese su un percorso costituito almeno da 6 rampe di scale. Sconsigliato a diabetici di tipo 2 non

abitualmente allenati.

Utilizzo di piccoli pesetti e accessori da home fitness, come elastici, kettlebell, polsiere, cavigliere, piccoli giubotti zavorrati.

Utilizzo di oggetti di “fortuna”: secchielli, casse o bottiglie d’acqua, piccoli zainetti riempiti con oggetti di diverso peso.

Utilizzo della corda da salto.

Tutto questo è utile per costruire dei piccoli allenamenti con sovraccarichi in stazione fissa (con la presenza di pause tra un esercizio e l’altro) o a circuito (quindi senza pause tra un esercizio e l’altro.

ESERCIZI CONSIGLIATI

Di seguito viene proposta una serie di esercizi da poter eseguire in casa costruendo una seduta di allenamento “total body” con il coinvolgimento di quasi tutti i distretti corporei.

• 2 serie X 20 di Jumping Jack (saltelli con apertura e chiusura sincronizzata di gambe e braccia)

• 2 serie X 15 di crunch (esercizio per gli addominali)

• 2 serie X 15 di flessioni in avanti del busto (esercizio per il rinforzo della muscolatura lombare)

• 2 serie X 10 di rematore con pesetti con busto leggermente flesso (esercizio per il rinforzo della muscolatura del dorso)

• 2 serie X 8 di piegamenti a terra (esercizio di rinforzo per la muscolatura del petto, se necessario è possibile eseguire i piegamenti anche con le ginocchia a terra per rendere l’esercizio più agevole)

• 2 serie X 8 di spinte in alto con pesetti da seduto o in piedi (esercizio di rinforzo per la muscolatura delle spalle)

• 5’ di cyclette recline o tapis roulant

• 3 serie x 15 di squat (esercizio di rinforzo per gli arti inferiori)

• 20’ di tapis roulant finali

• Stretching e rilassamento finali.

Questi ovviamente sono esempi di proposte di lavoro generici, il consiglio è quello di avere sempre buon senso, evitando di strafare, autoregolandosi in base alle proprie capacità e abilità fisiche senza

dimenticare di monitorare prima, durante e dopo le proprie condizioni di salute, ricordando che l’attività fisica può e deve essere un passatempo e un utile supporto per vincere la monotonia di questi

giorni particolari, oltre che apportare i già ben noti benefici nella popolazione generale e soprattutto nei pazienti diabetici.

Segnaliamo una serie di interessanti e semplici dimostrazioni video realizzate dal Laboratorio LAMA dell’Università di Pavia che potrete comodamente visionare sul canale YouTube

Si ringrazia il Comitato Scientifico dell’ANIAD

Dr. Gerardo Corigliano

Dr. Giuseppe Pipicelli

Dr. Felice Strollo

Il Dr. Alessio Calabrò per la consulenza

Dottore in Scienze delle Attività Motorie e Sportive

MCO International Group S.r.l. – Ufficio Stampa info@mcointernationalgroup.com

——————————————————————————————————————-

3.   +   ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI LANCIA CITBOT, L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PRONTA A RISPONDERE ALLE DOMANDE DEI CITTADINI.

Quali sono tutti i divieti da rispettare, le precauzioni da seguire, i consigli utili per affrontare l’emergenza Coronavirus? CITbot – l’intelligenza artificiale per le libertà civili promossa dall’Associazione Luca Coscioni – è ora attrezzata a rispondere 24 ore su 27, 7 giorni su 7 alle domande dei cittadini sull’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le risposte di CITbot sono basate sulle informazioni ufficiali, e il sistema “impara” a riconoscere le domande con sempre maggiore precisione a mano a mano che viene utilizzato. Due i canali attivi: “coronavirus”, per informazioni generali sul virus, sulle precauzioni da prendere, le misure di contenimento; “coronavirus stress” sulla gestione dello stress e della emotività legata alla paura e al panico che una emergenza come quella che stiamo vivendo può provocare.

Tutte le risposte di CITbot si basano sulle informazioni divulgate solo da fonti ufficiali e il sistema “impara” a riconoscere le domande con sempre maggiore precisione a mano a mano che viene utilizzato.

Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni: “Le difficoltà che stiamo tutti attraversando mettono a dura prova la nostra quotidianità, il nostro lavoro, i rapporti di amicizia e familiari, spesso costringendo a sacrifici molto pesanti. L’Associazione Luca Coscioni è nata per difendere le ragioni della libertà e della scienza. Mai come ora è evidente a tutti come entrambe siano vitali. Come Associazione, stiamo impegnando ogni nostra energia per contribuire a fornire uno dei beni più preziosi: la conoscenza. Per questo abbiamo attivato CITbot, un sistema di intelligenza artificiale che risponde alle domande dei cittadini senza limite di orario e stiamo realizzando una serie di interviste podcast a esperti e scienziati”

La sfida è aperta e l’esito non è scontato e Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica sta impegnando ogni energia per contribuire a fornire uno dei beni più preziosi: la conoscenza. Per questo, abbiamo attivato un sistema di intelligenza artificiale che risponde alle domande dei cittadini senza limite di orario e realizzato una serie di interviste podcast a esperti e scienziati. Trovi tutto a questa pagina speciale coronavirus.

  Sabato 21 marzo Associazione Coscioni vi invita a partecipare a una tavola rotonda online, cui prenderanno parte i dirigenti dell’associazione, scienziati ed esperti sul tema. Dalle ore 10 alle ore 18 parleremo di Coronavirus e di Diritto alla scienza. Preannuncia la tua partecipazione qui (programma e dettagli sono in continuo aggiornamento, a breve disponibili sul sito dell’associazione.

Fabio Miceli fabio.miceli@associazionelucacoscioni.it

——————————————————————————————————————-    4. +Una mobilitazione internazionale per offrire assistenza gratuita ai  professionisti della sanità 

 Nel contesto della grave crisi sanitaria che stanno affrontando i Paesi europei e a fronte della chiusura di asili e scuole, ​Yoopies partecipa agli sforzi per supportare il personale ospedaliero  lanciando una piattaforma attiva nei Paesi europei più colpiti che permette di trovare facilmente  volontari che offrono gratuitamente servizi di baby sitting.

​Yoopies Francia ha già registrato più di 10.000 iscrizioni e centinaia di volontari baby sitter si stanno iscrivendo sulle piattaforme di Spagna, Italia e Regno Unito.    

Un sostegno alle famiglie che combattono in prima linea per la nostra salute  In un momento in cui i lavoratori delle strutture sanitarie dei nostri Paesi, sia pubbliche che   private, sono chiamate a sostenere ritmi di lavoro serrati e difficili da sostenere per combattere  l’infezione e salvare più vite possibile, la cura dei bambini di questi lavoratori si pone come una  priorità.   Senza la possibilità di prendere un congedo parentale e senza l’aiuto dei nonni, data la  pericolosità del virus per le generazioni più anziane, questi lavoratori rischiano di non sapere a chi  affidare i loro ​figli, aggiungendo un ulteriore carico di stress e apprensione.    

In Italia ​il Decreto Cura Italia del governo ha tempestivamente reintrodotto il ​Bonus Baby Sitter ​e i  voucher per chi si prende cura di persone anziane o non autosufficienti. Questa misura di economico alle famiglie, pur apprezzata in condizioni normali, potrebbe non essere sufficiente a coprire le esigenze dei lavoratori delle istituzioni sanitarie in questo delicato frangente.    

Un’iniziativa di solidarietà internazionale  Per questo motivo, ​in seguito ad uno slancio di solidarietà nato proprio dalla sua community   internazionale, ​Yoopies lancia un appello a studenti e professionisti dell’infanzia dei maggiori Paesi  europei fra cui Francia, Gran Bretagna, Italia, Spagna e Portogallo ​per contribuire alla cura a  domicilio dei figli del personale sanitario in forma gratuita.

Uno slancio solidale che può fare la differenza, permettendo a medici, infermieri, personale amministrativo di continuare ad occuparsi dei malati.

Tutti gli educatori che hanno dovuto interrompere la loro attività lavorativa e in generale   tutti coloro che vorranno offrire gratuitamente il loro aiuto e supportare le famiglie dei    lavoratori nell’ambito del servizio sanitario potranno ​ iscriversi sulla piattaforma  https://info.yoopies.it/yoopies-aiuta/​.

 Ogni nuovo iscritto che si registra sul sito web potrà selezionare l’opzione “COVID-19 volontari nel campo dell’assistenza all’infanzia” che permetterà di   indicare sul proprio profilo la disponibilità ad offrire volontariamente servizi di cura e assistenza  all’infanzia per le famiglie dei professionisti sanitari.

Questa funzione ha lo scopo di aiutare gli  operatori sanitari con bambini a trovare servizi di assistenza all’infanzia su base volontaria,  consentendo loro di andare al lavoro.   

Appello alla mobilitazione per i lavoratori degli altri settori   Yoopies lancia inoltre un appello alla sua comunità di baby sitter per aiutare i lavoratori di altri  settori – alimentari e servizi pubblici essenziali – che nonostante l’emergenza, sono ancora operativi  e  necessitano di una soluzione di assistenza all’infanzia.

I candidati potranno registrarsi su ​Yoopies.it  e offrire le loro prestazioni a pagamento.         

 Comunicato stampa  Movimento di baby sitter volontari  Parigi 17.03.2020

  Data la natura dell’iniziativa, Yoopies si impegna a fornire la piattaforma gratuitamente per  tutti gli utilizzatori, sia famiglie che candidati e per tutta la durata della crisi sanitaria, affinché  chiunque ne abbia bisogno possa accedervi facilmente e rapidamente.     

Maria Elena Magro   Country Manager for Southern Markets  011.1962.0007   maria-elena@yoopies.com 

5.  + L’EMERGENZA SANITARIA SPINGE MILIONI DI PAZIENTI A RIVOLGERSI AL WEB

 IL TERMINE «CORONAVIRUS» È IL PIÙ RICERCATO SU INTERNET DA ITALIANI (100%), SPAGNOLI (59%) ED IRLANDESI (49%).

Ma, oltre alle ricerche di informazioni, grazie alla tecnologia made in Italy di Plusimple.com, anche l’assistenza va in rete e si fa in remoto sul portale SupportoCoronaVirus.it che mette gratuitamente a disposizione sul web il servizio di medicina a distanza per tutti i cittadini

 Il diffondersi del Coronavirus ha spinto milioni di cittadini a rivolgersi al web per informazioni mediche. «Il termine “Coronavirus” è il più ricercato su Internet da italiani (100%), spagnoli (59%) ed irlandesi (49%). Seguono poi svizzeri (47%) e francesi (46%)» osservano gli analisti della startup di sanità digitale Plusimple.com, snocciolando i dati «Google Trends» relativi agli ultimi 30 giorni.

Ed anche i cinesi adottarono un comportamento analogo. Secondo quanto ha rivelato il prestigioso settimanale britannico “The Economist”, «per evitare di uscire di casa, la popolazione cinese, la prima a venire colpita dall’epidemia, si è da subito rivolta alle piattaforme di medicina online per informarsi sul Coronavirus e per richiedere videoconsulti».

Ma in Italia la tecnologia esisteva già da prima dell’emergenza sanitaria, grazie a Plusimple.com, una società innovativa nell’ambito della salute, già classificata dall’EIT Health -agenzia innovativa dell’Unione Europea- tra le 15 società di sanità digitali più promettenti d’Europa.

Questo mese Plusimple.com -che conta con un network di più di 600 medici ed 11 mila pazienti- è stata inoltre inserita dalla Think Pink Europe tra le 5 migliori società di sanità digitale per la lotta contro il tumore al seno ed ha deciso di supportare gratuitamente la rete sanitaria nazionale attraverso la piattaforma SupportoCoronaVirus.it che mette gratuitamente a disposizione il servizio di medicina a distanza per i medici, le strutture sanitarie pubbliche o private e per tutti i cittadini.

La tecnologia “Plusimple” può fornire un contributo alla prevenzione ed al contrasto di Covid-19? «Senz’altro sì, a cominciare dal test di autovalutazione e dalle informazioni certificate. In questo modo la telemedicina può aiutare a decongestionare il sistema sanitario e contribuire a contenere il Coronavirus» risponde Claudio Piccarreta portavoce e cofondatore di Plusimple.com.

«Con l’Italia intera ormai “zona protetta” e con il sistema sanitario nazionale sempre più sotto pressione, la medicina a distanza così come lo smart-working si consolidano quali strumenti imprescindibili per limitare il contatto interpersonale e per contenere quindi la diffusione di Covid-19» aggiungono Francesco Pinto, chief technology officer, e Giorgio Mottironi, responsabile commerciale di Plusimple.com.

Da tempo Plusimple.com ha ideato un efficiente sistema volto a decongestionare il sistema sanitario attraverso un network di oltre 600 medici. Anni luce rispetto ad altre startup che -perfino intervistate dal Corriere della Sera- contano invece con un network che ancora oggi è limitato ad appena 20 dottori.

Seicento medici accessibili a distanza per continuare a fornire servizi adeguati ai pazienti senza oberare il servizio sanitario nazionale: questa è la telemedicina di Plusimple.com, pronta ad assumere un ruolo chiave a livello nazionale adesso ed anche dopo l’emergenza.

E proprio su queste basi Plusimple.com ha deciso di farsi oggi carico dei costi operativi e di gestione di SupportoCoronaVirus.it in maniera tale da potere offrire -per tutto la durata dell’emergenza- un servizio in via totalmente gratuita per tutti: per i cittadini ma anche per i medici e per le strutture sanitarie, siano esse pubbliche o private. Nessuno dovrà pagare alcunché.

Come funziona il sistema? SupportoCoronaVirus.it seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici italiani ed attraverso il portale -o anche via APP- il paziente può contattare subito lo specialista più esperto per il suo caso attraverso un messaggio privato o prendendo appuntamento online sette giorni su sette, 24 ore su 24.

Insomma con l’arrivo di Plusimple.com lo scenario sanitario cambia radicalmente, dando ai cittadini maggiore autonomia nella gestione della loro salute. «Plusimple, infatti, significa più semplice, perché crediamo che una sanità con meno passaggi e meno ostacoli sia più valore per tutti» conclude Claudio Piccarreta.

Per richiedere gratuitamente i servizi della piattaforma basta registrarsi alla url www.plusimple.com oppure scaricare l’APP Plusimple disponibile sia in versione iOS che Android sul proprio smartphone.

Secondo le stime degli analisti di Plusimple.com, entro il 2030 per l’80% degli italiani sarà la propria casa il luogo abituale per assistenza sanitaria__________________________________________

L’Ufficio Analisi si rende disponibile per l’elaborazione di dati regionali ad hoc che si riserva di produrre entro 24 ore dalla richiesta. A tal fine si prega di inviare una comunicazione all’indirizzo email info@aj-com.net indicando la regione d’interesse.

Per le richieste di intervista telefonica registrata e/o in diretta e/o per partecipazioni televisive, si prega di contattare il mob. +393409060820.

Per qualunque altra esigenza i fondatori ed il management di Plusimple si rendono disponibili a rispondere ad ogni Vostra domanda di approfondimento.

AJ-Com.Net – Web Marketing & Press Office per Imprese e Professionisti

Info: www.aj-com.net – Mob.: +393409060820 – Email: info@aj-com.net

Per interviste ed approfondimenti: info@aj-com.net

AJCOM – Via della Stelletta 13 – 00186 Roma (RM)

—————————————————————————————————————————————–